Il Santuario di Macereto, per esistere e resistere dal sisma

foto del giorno

quote “Da un certo punto in avanti non c’è più modo di tornare indietro. E’ quello il punto a cui bisogna arrivare.”
(Franz Kafka)

 

A volte la vita ti cade addosso e si dimentica di avvisare. Cambiamenti che mai avresti previsto si manifestano bruscamente lasciandoti impietrito e disarmato. In quei momenti è come se tutto il male del mondo prendesse forma e si palesasse con l’obiettivo di colpirti e di stenderti a terra. Il terremoto che ne segue squarcia l’anima, scava nel cuore, vibra nella mente lasciando ferite indelebili. C’è chi vacilla, chi cade e chi rimane in piedi. Questione di fondamenta, di solide basi e di corazze.

Il maestoso Santuario di Macereto, rimasto miracolosamente in piedi nonostante il big one di ottobre e le altre notevoli scosse ricevute, è il simbolo della forza e della caparbietà di quelle nostre comunità montane, orgogliosamente marchigiane, che resistono, non crollano ma guardano avanti. Perché una volta che il destino ti colpisce, bisogna solo badare al futuro, a testa alta e senza paura, col coraggio di chi quel terribile colpo l’ha saputo affrontare e sopratutto superare.

In questa foto il Santuario di Macereto così come appare lungo la strada che lo attraversa. L’edificio sacro è stato messo in sicurezza ma non ha riportato crolli o danni rilevanti nonostante la stretta vicinanza con gli epicentri dei terremoti.

Firma-Gianluca-Storani-150px
 
 


Esistere e resistere (Santuario di Macereto)

Data: 4 Luglio 2016
Luogo: Santuario di Macereto, Visso

Esistere e resistere (Santuario di Macereto) (ID: 1-2559)

[maggiori_informazioni]

[social]

[galleria_post_lmnc]

[promo_ipdm_post2]

[newsletter]

[servizi]

Condividi:

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *