diario fotografico

[quote]”Alle foreste, ai fulmini, a tutte le facce del sole, agli astri, al cielo che arriva fino a terra, alla pioggia, alla prediletta neve, alla luna di cui porto il nome, alla notte, alla luce, all’universo che non finisce, alla voce del silenzio, al senza nome, alla divina compagnia, grazie e grazie”.
(Chandra Livia Candiani)[/quote]

Esattamente oggi, un anno fa, con l’apertura di questo blog, iniziava ufficialmente la mia avventura nel mondo della fotografia; una passione improvvisa e impetuosa, scoppiata solo qualche giorno prima, il 13 maggio 2015, quando decisi di acquistare la prima macchina fotografica reflex della mia vita e solo dopo qualche scatto avevo già capito che non avrei mai più voluto farne a meno.

La mia educazione scolastica svolta all’Istituto d’arte di Macerata e le successive lunghe esperienze nel mondo della grafica e della comunicazione visiva, mi hanno aiutato sin da subito a scorgere attraverso lo strumento fotografico il bello del mondo e ad elaborarlo, attraverso i moderni software di post produzione, per migliorarne l’aspetto e l’impatto visivo.

In questi 12 mesi ho dovuto sperimentare a lungo, sbagliare moltissimo e scattare foto a ripetizione prima di ottenere risultati accettabili. Sebbene l’occhio fotografico sia sempre stato un mio punto di forza anche professionale, le prime foto inizialmente non erano comunque nitide, a fuoco o correttamente esposte ma sopratutto non esprimevano le sensazioni che volevo trasmettere. È stato veramente frustrante ma ero determinato e desideroso di migliorarmi.

Nessuno mi ha insegnato la tecnica fotografica, il mio è stato un lavoro da autodidatta continuo e incessante, che è durato mesi e che mai terminerà. Oggi, ad un anno di distanza, posso dire di aver scattato ben 17690 foto, per il 90% dei casi ai paesaggi delle Marche, la mia regione che ho l’onore e la fortuna di poter chiamare “casa” e che, grazie alla sua infinita bellezza, mi ha offerto l’opportunità di esprimere questa mia arte.

Dopo un anno ho capito che la mia non vuole essere soltanto fotografia, ma una forma di espressione artistica più ampia che utilizza il mezzo fotografico per realizzare opere che siano inni al creato e alla bellezza del mondo. Nonostante i progressi ottenuti mettendo in campo passione, impegno, tempo e costanza, sono ben consapevole di essere solo all’inizio di un lungo e appassionante viaggio nel quale non finirò mai di imparare e sopratutto di sorprendermi.

Grazie, grazie davvero a tutti voi che fin qui avete apprezzato la mia attività, regalandomi complimenti e apprezzamenti, non sono mai troppi. Grazie a chi ha mosso critiche costruttive facendomi notare cosa non andava, anche in questo caso non sono mai troppe. Grazie infine a te che sei arrivato fin qui a leggere questo articolo. Da domani inizia il mio secondo anno di fotografia. Ci rileggiamo tra un anno su questo blog sperando di riuscire ancora una volta ad emozionare e a regalare altri attimi di assoluta bellezza.

Firma-Gianluca-Storani-150px
 
 


Alcuni dei momenti più significativi di questo mio primo anno di fotografia