Vista con neve sul Monte San Vicino

foto del giorno

[quote]”Se San Vicino si mette il cappello, vendi le capre e compra l’ombrello. Se San Vicino si mette le brache, vendi l’ombrello e compra le capre”.[/quote]
(Proverbio)

Le Marche è una regione affascinante e misteriosa, piena di miti, leggende, proverbi e racconti popolari che gli anziani dei piccoli borghi sparsi tra i monti e le colline del territorio, si tramandano da tempi immemorabili. Un detto in particolare, legato alla prima neve sul Monte San Vicino, sembra suggerire l’andamento dell’inverno in base a come scenderà sul massiccio. Esistono due versioni di questo detto e la più moderna parola “ombrello” ha recentemente sostituito lo storico “mantello”.

La prima riguarda le nuvole: se andranno a coprire la cima del monte (mette il cappello), si prevede che pioverà (compra l’ombrello); se invece andranno a coprire la sua base (si mette le braghe) lasciando la cima visibile, si prevede che sarà bel tempo (compra le capre).

La seconda riguarda la neve e la raccontano sopratutto gli anziani di Frontale di Cingoli, l’ultimo paesino alle prendici del San Vicino: se questa coprirà solo la parte superiore della montagna (mette il cappello), si prevede che l’inverno sarà freddo e rigido (compra l’ombrello o il mantello); se invece scenderà fino a valle (si mette le braghe), si prevede che l’inverno sarà mite (compra le capre).

In questa foto il Monte San Vicino, gli altopiani Treia, Treia e le campagne della Valle del Potenza, parzialmente imbiancate dalla neve di questi giorni

Firma-Gianluca-Storani-150px
 
 


Titolo: Vista neve sul San Vicino
Luogo: Macerata
Data: 17 Gennaio 2016
Album: I paesaggi delle Marche
Condiviso su: Facebook, Instagram, Flickr, Twitter, Google +, Tumblr, PicsArt, 500px

Gianluca Storani Photography
Vista neve sul San Vicino

[richiedi_stampa]
ID: 2-2298


Commenti dai social
Molto bella la foto, ma anche la storia!
Nale (Via PicsArt)

Bella storia e bella foto!
F. Giannini (Via Google+)
[maggiori_informazioni]


Condividi:

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *