Macerata e il sottopasso con illusione ottica “Gates no Frontiers”

 quoteI cancelli di una città non sono barriere o delimitazioni che circoscrivono un luogo, bensì strutture aperte a chiunque voglia vivere una città nel rispetto e nell’unione come esseri umani di un unico Paese.
(Carlo Cicaré – in arte Morden Gore – autore del graffito)

 

Metti un pomeriggio in città durante le feste natalizie. Metti un sottopasso originale dove le parole “Gates No Frontiers” sembrano fluttuare come sospese su lunghi corridoi colorati. E metti un po’ di scatti fotografici estemporanei alla ricerca di un ricordo da conservare, con il mio amico che si posiziona da solo come a sostituire la “i.” di frontiers. Ecco, come da tutto ciò, è nata questa fotografia, la prima che pubblico da un luogo molto particolare che da troppo tempo aspettavo di interpretare.

In questa foto del sottopasso di Piazza Annessione, il graffito “Gates no Frontiers”, opera dell’artista Morden Gore, che sfrutta un’illusione ottica piuttosto particolare e originale lungo tutta la lunghezza del corridoio.

Firma-Gianluca-Storani-150px
 
 


Il sottopasso “Gates no Frontiers”

Data: Dicembre 2017
Luogo: Macerata
Gates No Frontiers - Gianluca Storani Photo Art (ID: 4-7207)

[maggiori_informazioni]

[social]

[promo_lmnc_post2]

[promo_ipdm_post2]

Condividi:

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *