La tradizione dei tre giorni della merla

foto del giorno

quote “Quando fa freddo nei giorni della merla,
non chiuderti nel guscio come una perla.
Già che arriva anche San Valentino,
basta stringersi un pochettino
per disfarsi di tutto quel gran ghiaccio
non c’è niente di più caldo di un abbraccio.”

.cit

 
 
La tradizione vuole che il 29 – 30 – 31 Gennaio siano i giorni più freddi dell’anno, conosciuti anche come i “giorni della merla”. Se in questi tre giorni la tradizione viene rispettata, allora la primavera sarà bella, altrimenti, arriverà in ritardo. Ma perché si chiamano i “giorni della merla”? Il nome deriva da una leggenda, secondo la quale una merla, che un tempo aveva un piumaggio bianco candido color neve, per proteggersi dal freddo di quei giorni portò i suoi piccoli all’interno di un comignolo, da cui sarebbe uscita tre giorni dopo con un manto tutto nero, a causa della fuliggine. Da allora i merli avrebbero assunto il caratteristico piumaggio nero.

Con i tre giorni della merla, l’inverno fa il giro di boa e, superati i momenti più rigidi, la stagione entra nella sua ultima fase, quella che ci porterà verso la Primavera.

In questa foto un uccello vola sopra una collina poco fuori Macerata con sullo sfondo la sagoma della cupola della chiesa di Santa Maria delle Vergini.

Se qualcuno conosce l’autore della citazione, mi contatti, sarò felice di aggiungere il suo nome al posto del “.cit”.

Firma-Gianluca-Storani-150px
 
 


In volo, nei giorni della merla

Data: 15 Gennaio 2017
Luogo: Macerata

Gianluca Storani Photo Art (ID: 3-3769)

In volo, nei giorni della merla

© 2015-2017 Gianluca Storani Photo Art - Tutti i diritti riservati. È vietato l'uso o la modifica dell'opera fotografica e letteraria senza il consenso dell'autore.

Condividi sui social

Altre foto dall’album I paesaggi delle Marche


quadrettoTi piace questa foto?
Abbellisci il tuo ambiente domestico o lavorativo con poster e quadri delle opere fotografiche della mia collezione.
Scopri di più


Commenti

Leave a comment