La palla di Pomodoro, o Sfera Grande, di Pesaro

I tre criteri di un’opera d’arte: armonia, intensità, continuità.

Arthur Schnitzler

Questa imponente e spettacolare opera d’arte scultorea è il frutto della fantasia del celebre artista Arnaldo Pomodoro, considerato tra più grandi scultori contemporanei italiani. Si trova sul lungomare di Pesaro e nonostante la copia del modello arrivò in città nel 1971, la fusione in bronzo avvenne solo nel 1998. In origine l’opera venne concepita dall’autore nel 1966 ed esposta per la prima volta al pubblico  in occasione dell’Esposizione Universale di Montreal del seguente anno, dopodiché venne spostata davanti la sede della Farnesina a Roma, dove si trova ancora oggi. Dagli anni ’70 i pesaresi si sono affezionati ed hanno adottato questa scultura che in breve è diventata uno dei simboli e dei riferimenti della città, e da “Grande Sfera” il nome è presto mutato in un più semplice e amichevole “Palla di Pomodoro”. L’opera vuol rappresentare il contrasto tra l’esterno e l’interno di una sfera, tra la superficie levigata esterna e il complesso meccanismo interno. Il risultato, visivamente, è davvero apprezzabile e sorprendente.

La Palla di Pomodoro di Pesaro
Fotografo: Gianluca Storani | Data: 8 Maggio 2018 | Soggetto: Scultura | Luogo di scatto: Pesaro | Cod. 5-1412

✅ Puoi prelevare e utilizzare i lavori fotografici, videografici e letterari così come sono.
❌ Non puoi modificarli, tagliarli o alterarli in alcun modo, senza la mia autorizzazione.
❌ Non puoi utilizzarli in modi, ambienti o contesti che ledono l’immagine dell’autore.
❌ Non puoi utilizzarli per finalità commerciali o promozionali senza una regolare licenza.
ℹ️ Eventuali usi o abusi non concordati con l’autore saranno perseguiti a norma di legge.


Condividi:

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *